Alberto Lenzi
per il BENESSERE e la TUTELA ANIMALE

1) con molta soddisfazione annunciamo la creazione di un gruppo di lavoro PD tutela e benessere animale a Pontedera.

2) il nuovo segretario regionale PD Toscana Ivan Ferrucci, conferma incarico regionale a Alberto Lenzi per la tutela benessere e diritti animali.

3) Dopo i successi politici degli ultimi anni ottenuti nella provincia di Pisa culminati con le amministrative di Pisa con il record di preferenze per il candidato Salvatore Sanzo per l’ambito tutela e benessere animale, Alberto Lenzi cambia federazione passando nella sua citta’ natale Livorno.


Approvata in Senato a larghissima maggioranza, con ben 189 sì, l’articolo 12 della legge di delegazione europea.
Si è finalmente scelto di limitare la vivisezione a favore dei metodi alternativi.(Silvana Amati)

Esprimo grande soddisfazione per l’approvazione in Senato a larghissima maggioranza, con ben 189 sì, dell’articolo 12 della legge di delegazione europea. E’ un risultato storico per la tutela del benessere degli animali  perché si è finalmente scelto di limitare la vivisezione a favore dei metodi alternativi. Abbiamo sostenuto fortemente questo principio già dalla scorsa legislatura, quindi averlo approvato oggi è per noi un doppio successo e un ulteriore passo in avanti verso il rispetto della vita animale, uno dei principi a cui un Paese civile non dovrebbe mai venir meno. Tra le altre cose, l’articolo 12 proibisce l’allevamento di cani, gatti e primati non umani sul territorio italiano destinati alla sperimentazione animale e interviene sulla definizione di un quadro sanzionatorio appropriato e tale da risultare effettivo, proporzionato e dissuasivo verso chi pratica la vivisezione.

Voglio ribadire che ci sono dati certi e sufficienti per testimoniare quanto la sperimentazione scientifica sugli animali possa essere inutile e fuorviante nei propri risultati e quindi disincentivarla va anche verso la tutela della salute umana. 

Con questa norma il Parlamento ha dimostrato, inoltre, di essere in sintonia con il Paese, in cui ben l’86 per cento degli italiani è contrario alla sperimentazione animale, in qualunque forma essa sia condotta.


Petizione- Conta dei Cittadini Toscani rispettosi del benessere animale

Ormai è necessario per il mondo animalista, per i cittadini contrari alla caccia o semplicemente per tutti i cittadini rispettosi del benessere animale, contarsi all’interno della Regione Toscana al fine di dare un indirizzo preciso e chiaro della sensibilità esistente e permettere il conseguente indirizzo politico.

Dopo aver stampato e successivamente riempito il modulo con le firme  inviate via email a albertolenzi74@gmail.com

raccolta firme anche su internet: http://www.change.org/it/petizioni/a-tutti-i-cittadini-toscani-sensibili-al-tema-benessere-e-rispetto-animale-contare-il-reale-numero-dei-cittadini-che-hanno-a-cuore-gli-animali

dobbiamo superare gli 80.mila per raccogliere l’obbiettivo di dare una svolta alla politica regionale.


CONSIGLIO REGIONALE DELLA TOSCANA FIRENZE – TUTELA DELLA BIODIVERSIT E DELLA FAUNA SELVATICA
2013-07-12 – Venerdi’ 12 luglio 2013 (orario 1630 1900)
Sala degli Affreschi Consiglio Regionale della Toscana
via Cavour 4 Firenze

Tutela della biodiversita’ e della fauna selvatica
Una grande opera per l’Italia

Coordina
Mauro Romanelli
Consigliere Regionale di Sinistra Ecologia e Liberta’

Intervengono

Massimo Vitturi
Responsabile nazionale Caccia e Fauna Selvatica lav Lega Anti Vivisezione

Antonino Morabito
Responsabile nazionale Fauna e Benessere animale Legte

Maria Romoli
Vicepresidente lida Firenze Lega Italiana dei Diritti dellAnimale

Alberto Lenzi
Responsabile pd Toscana Tutela e Benessere Animale

Siamo in attesa di ulteriori interventi di associazioni ed esperti

Un dibattito per individuare soluzioni alternative e possibili per tutelare e ripristinare la biodiversita’ e gli ecosistemi e per proteggere le attivita’ agricole senza dover ricorrere come puntualmente in Toscana avviene ogni anno all’utilizzo di deroghe e caccia di ne

In Toscana vi e’ un altissimo numero di cacciatori si deroga su tutto ma la fauna per esempio di ungulati e’ in continuo aumento Qualcosa certamente non torna

Noi pensiamo che la gestione scientificamente corretta civile ed incruenta della fauna insieme al ripristino degli habitat sia unaltra grande opera per lItalia al posto di megatunnel e aerei da che puo’ creare occupazione qualificata per naturalisti biologi ecologici faunisti forestali agronomi anzich affidarci ai cacciatori che spesso sono quelli che coi ripopolamenti e le importazioni di fauna i problemi li hanno creati

Info
Duccio Braccaloni
Via Cavour 4 Firenze
dbraccaloni
tel0552387506